La Valletta

La Valletta è la capitale dell’isola di Malta, venne fondata nel 1566 dai Cavalieri Ospitalieri che le diedero il nome onorando il loro maestro, il nobile francese Jean de la Valette. La Valletta è anche il porto principale di Malta, situato nella costa settentrionale, questo porto è stato costruito nel golfo , luogo di riparo e situato all’interno della penisola rocciosa.

La città de La Valletta è divisa in due grandi Golfi, dove sorgono a loro volta i due porti principali di Malta; il Porto Grande e il Porto Marsamuschetto, a sua volta denominati (harbours o Grand Harbour e il Marsamxett Harbour. La loro nascita la si deve principalmente alla loro posizione strategica nel centro del Mediterraneo, che garantiva un punto al riparo durante o di sosta durante i viaggi commerciali. Oggi è un porto molto frequentato anche dalle navi da Crociera, facendo divenire Malta uno scalo e una destinazione turistica, capace di offrire dal Grande Harbour uno spettacolare panorama di tutta la capitale.

La struttura architettonica della citta de La Valletta fu designata dall’archietetto Francesco Laparelli, inviato da Papa Pio V. In seguito la costruzione della città venne seguita dall’assistente Gerolamo Cassar, che progetto tra le altre cose, anche la cattedrale di San Giovanni oltre ad una parte delle fortificazioni. La città venne terminata nel 1571, prendendo il nome del suo fondatore. Fino a tale periodo il capoluogo dell’isola era stato Medina, (oggi Mdina). Attualmente La Valletta è centro amministrativo, commerciale e culturale di Malta. Sede di una università, è anche una importante meta turistica.

 

La città di La Valletta nella Storia
Nella storia, il territorio dove oggi sorge la città La Valletta, era deserto e portava il nome di Xagh-ret Meuuia, in maltese ( terreno incolto). La città La Valletta, venne innalzata sul onte Sceberras, la parte più prominente della lingua di terra che divide il Porto Grande da quello di Marsamuschetto. Il nome originale di questa zona era Gebel ir-ras, (monte dell’estremità).